Recensioni, Guide, Trucchi, Tips per: Mac, MacBook, iMac, Mac Mini, Mac OS X, iPhone, iPod, iPad, iOS, App, AppStore, MacStore, Apple Store, …


exFAT(acronimo inglese per Extended File Allocation Table, Tabella di Allocazione File Estesa) è un file system introdotto da Microsoft pensato appositamente per memorie flash e, in generale, per dispositivi di archiviazione dalle dimensioni contenute. Con questa formattazione di un proprio hard disk si può facilmente scambiarsi dati tra dispositivi Windows e Mac OS X, senza dover installare nulla(rif. Articolo NTFS) sul vostro Mac. Tutto ciò è vero se si ha Snow Leopard 10.6.5 e Service Pack 1 per Windows Vista e un aggiornamento per Windows XP, mentre per Windows 7 il supporto è già integrato. Questo tipo di file system può rivelarsi veramente utile nel caso voi non vogliate comprare nessun software e usiate spesso una condivisione di file, tramite Hard Disk esterno, tra i due sistemi operativi.

Ha anche delle ottime caratteristiche questo file system e ovviamente dei punti a sfavore:

exFAT risulta particolarmente indicato in quei casi in cui NTFS risulta poco flessibile, a causa della più complessa struttura di dati, e introduce notevoli miglioramenti rispetto alla File Allocation Table (FAT) precedente, tra cui:

  • il limite teorico delle dimensioni dei file passa da 232 a 264 bytes (da 4 Gigabyte a 16 Exabytes)
  • la dimensione dei cluster passa a un valore teorico di 2255 bytes, ma le implementazioni non supereranno i 32 MB
  • permette di memorizzare più di 1000 file per cartella
  • il supporto di liste di controllo degli accessi, tuttavia non disponibile su Windows Vista
  • ha prestazioni migliori, in particolare nell’allocazione di spazio libero
  • il supporto per il Transaction-safe FAT (disponibile opzionalmente in Windows Embedded CE 6.0)

exFAT presenta però alcune caratteristiche negative, come:

  • l’impossibilità di essere utilizzato per la funzionalità ReadyBoost di Windows Vista (Sarà tuttavia utilizzabile nella nuova versione del sistema Microsoft Windows 7)
  • lo stato di licenza poco chiaro, in quanto Microsoft ha brevettato alcune porzioni delle versioni precedenti del FAT[3]
  • la mancanza di un’implementazione open source

Un problema che ho potuto riscontrare che formattando da Mac se poi passo a Windows mi dice che l’HD non è formattato e che sarà da formattare, mentre viceversa cioè formattando da Windows il tutto funziona correttamente.

Guida per la formattazione da Windows 7:

  • attaccate la chiavetta usb o l’hd esterno al vostro pc
  • andate in start, computer e vi troverete tutti i dispositivi di massa collegati, ora premete con il destro sul vostro supporto e fate Formatta…
  • ora vi si aprirà la seguente finestra e voi selezionerete exFAT
  • premete start e la formattazione verrà eseguita e poi potrete usare la vostra periferica

Guida per la formattazione da Mac OS X 10.6.6(Non funzionante per quanto mi riguarda, se voi riuscite fatemi sapere):

  • Aprite Utility Disco(potete scriverlo in Spotlight, cmd+spazio, oppure cercarlo in Applicazioni/Utilities/Disk Utility.app
  • Selezionate la periferica da formattare(selezionate NON la prima riga del dispositivo ma la seconda nel mio caso Untitled), come nell’immagine
  • Premete inizializza, Formato ExFAT, vi formatterà e poi “dovreste” riuscire ad utilizzarlo

 

[Fonti: Wikipedia]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: